Hayden, l'investitore non si dà pace: è sbucato all'improvviso

Hayden, le condizioni restano molto gravi Il conducente: “È spuntato fuori all'improvviso”

Hayden, parla l'automobilista: “E' sbucato all'improvviso”

Mentre Hayden versa sempre in condizioni disperate all'ospedale Bufalini di Cesena, si registrano le prime parole dell'investitore del pilota della Superbike, travolto da un'auto mentre mercoledì 17 si allenava da solo in bici sulla statale Riccione-Tavoleto, vicinissima al circuito di Misano. "E' sbucato all'improvviso", "Stavo andando al lavoro, poi lui è venuto fuori all'improvviso dallo Stop", ha ripetuto agli inquirenti e ai suoi stessi parenti che ora vorrebbero incontrare i familiari di Nicky Hayden, atterrati a Bologna dagli Stati Uniti. "La prognosi resta riservata". "Permangono estremamente gravi le condizioni cliniche di Nicky Hayden - si legge nel bollettino diffuso dall' Azienda USL della Romagna - Il giovane pilota ha riportato un grave politrauma con conseguente gravissimo danno cerebrale". L'automobilista abita a Morciano (Rimini) ad una decina di chilometri da Misano e dal luogo dell'incidente sulla Riccione - Tavoleto. Stando ai primi accertamenti, pare che il 30enne stesse procedendo in direzione mare al volante di una Peugeot, quando a un certo punto è avvenuto l'impatto con l'ex campione del mondo della MotoGP in sella alla sua bicicletta. Il conducente della Peugeot, che al momento non risulta essere indagato, è stato sottoposto all'alcoltest, che ha dato esito negativo. Sarebbe anche confermato che il campione statunitense stesse provenendo dalla strada secondaria immettendosi sulla via Tavoleto. A dare l'allarme erano stati alcuni operai che stavano lavorando in zona e che sono stati ascoltati anche loro come testimoni.

Rimani aggiornato: metti "Mi Piace" a The Teller.

Altre Notizie