Fincantieri rileva la maggioranza di STX France

Fincantieri, è fatta: 79,5 milioni per i cantieri Saint Nazaire

Fincantieri prende il largo a Piazza Affari

Fincantieri ha firmato l'accordo di compravendita per l'acquisizione del 66,66% del capitale di STX France che controlla i cantieri francesi di Saint Nazaire dalla coreana STX, in procedura fallimentare a un prezzo di acquisto per la quota oggetto dell'operazione di 79,5 milioni di euro, che Fincantieri pagherà tramite risorse finanziarie disponibili.

"Due hanno preso atto, non hanno detto di no, mentre gli altri hanno detto di no, Force Ouvriere e Cgt si sono opposti", ha aggiunto, sottolineando che Fincantieri è impegnata a mantenere i livelli occupazionali per cinque anni, "salvo eventi eccezionali", clausola che avrebbe destato la preoccupazione die sindacati francesi.

Al momento, Stx France, che ha 2.600 dipendenti e nel 2016 ha generato ricavi per 1,4 miliardi di euro, apporta un carico di lavoro di 12 miliardi di euro al gruppo Fincantieri.

"Si tratta di una grande operazione di politica industriale europea che darà vita ad un campione globale del settore della navalmeccanica e della cantieristica", ha dichiarato il Ministro. Fincantieri è assistita da BNP Paribas in qualita' di advisor finanziario.

Eventuali modifiche al Piano industriale 2016-2020 di Fincantieri saranno valutate e comunicate alla luce del perfezionamento degli accordi tra i futuri azionisti di STX France. In base all'accordo, il gruppo italiano gestirà la società, riservando alcuni diritti allo Stato francese, così come era stato prospettato.

"Ieri c'è stata la pronuncia da parte del sindacato francese, che si è diviso", ha spiegato Bono.

Nel frattempo è stato approvato a Trieste il bilancio Fincantieri 2016. "La competizione deve essere fra Europa e resto del mondo", ha proseguito nella sua relazione l'Ad. "Siamo il primo costruttore navale europeo e dobbiamo crescere".

"L'Europa ha la necessità di consolidare la propria industria: la competizione al proprio interno nuoce all'Europa stessa".

Solo nel 2016, per intenderci, sono stati abbattuti quasi 8 milioni di euro di debiti riducendone il saldo a poco più di 29 milioni: un dato rilevante, considerando un'esposizione che nel 2007 superava i 55 milioni di euro.

Altre Notizie