Stazione Milano: Sala, marcia si farà

20170519_103847_EF213115

Sala: L'accoglienza dei migranti è un dovere, guiderò la marcia

E quei fenomeni del PD cosa fanno? Ignoranti e complici, razzisti con gli italiani.

"Ma analizziamo con lucidita' cosa e' successo ieri sera". "Ho espresso, e la rinnovo, la mia solidarietà e vicinanza agli agenti che sono stati feriti e che sia opportuno, lo ripeto, annullare la marcia pro immigrazione prevista per domani a Milano", ha detto Maroni in segno di rispetto per le forze dell'ordine e per chi garantisce la nostra sicurezza ed esposto, purtroppo, come si vede, a rischi per la propria vita e per la propria incolumità. E ha aggiunto: "Il messaggio non può essere 'si fa una volta ogni tanto', deve essere fatto costantemente finchè la stazione non torna a essere un luogo sicuro". Questo è infatti il commento che ha postato sulla sua pagina Facebook a commento dell'accoltellamento di tre membri delle forze dell'ordine ieri sera in Centrale. Lo ha confermato il sindaco di Milano Beppe Sala, che rispedisce al mittente l'invito avanzato dal presidente della Regione Roberto Maroni che aveva chiesto di annullare la manifestazione dopo l'aggressione alla stazione di Milano da parte di uno straniero nei confronti di un poliziotto e di un militare. "Ciononostante a qualcuno fa comodo buttare questo atto criminoso sul conto dei migranti".

"A Milano - si legge in una nota dei due esponenti leghisti - ci sono migliaia di famiglie monoreddito o prive persino di un reddito che non arrivano a fine mese, basti pensare che nella città metropolitana ci sono 350mila persone sotto la soglia di povertà, ci sono famiglie che non hanno una casa e non possono entrare nell'alloggio popolare di cui avrebbero diritto perché occupato abusivamente da immigrati, ci sono famiglie con a casa un malato o un disabile che non riceve la giusta assistenza dalle istituzioni. Su questo non arretreremo mai di un solo passo e ringrazio le forze dell'ordine per l'enorme lavoro che stanno facendo", afferma. "Forse un pò di coerenza non guasterebbe".

Altre Notizie