Roma, Spalletti certo: Scudetto alla Juve, noi arriveremo secondi

Serie A Chievo-Roma 9 scommesse su 10 per i giallorossi

Marco Canoniero

E' tutta la settimana che mi chiamo Chievo - Rombo, perché il gioco del Chievo lo ha fatto con il rombo, quella è la sua formazione. È una grande occasione per entrare nella competizione più bella del calcio. "Ci siamo costruiti la possibilità di giocarci il prossimo campionato e non vogliamo farcela scappare". Dzeko e Nainggolan sono a disposizione, Spalletti ritrova le sue pedine, sfoglia la margherita. Ci sono dei numeri che spesso portate a supporto di qualcosa che vi fa piacere mettere in evidenza. Le gare che mancano ci possono liberare da qualche brutto risultato, da qualche rimorso stagionale: "sono partite che possono ridarci la felicità". Ci interessa vincere domani, non altro. E siamo tutti proiettati verso quel traguardo lì, abbiamo lottato sempre a denti stretti per questo. Come si risolve questo problema atavico? Si vede il target della squadra che è, noi dobbiamo essere bravi a modificare le nostre capacità per levargli questi numeri qui. Come ho sempre detto io lo devo trattare da uno che fa parte della squadra e di conseguenza devo fare delle scelte e qualche volta l'ho penalizzato.

Gli allenatori accostati alla Roma? Prendendo Monchi la Roma ha fatto vedere di voler portare i migliori a lavorare nella Roma, ha dato già un segnale. "Questo mi dispiace. Io devo pensare però a vincere e per questo devo ragionare sulla gestione di Francesco".

Essere vicino all'Inter ti gratifica? Io devo essere più bravo per mantenerlo.

La Roma non dovrà avere alcun calco di concentrazione, perché c'è un secondo posto da difendere.

Nella sua prima avventura a Roma ha perso 4 punti contro Cagliari ed Empoli, punti che pesano. Io mi chiamo "Chievo-rombo" perché penso solo al modulo del Chievo e se oggi firmassi un contratto lo firmerei così, così come i calciatori. Se non vincevamo quelle che abbiamo vinto era uguale. Guardate il Crotone: ad un certo punto le perdeva tutte, poi si sono ricompattati come squadra, il loro pubblico li ha aiutati, e c'è stata questa inversione di tendenza, tanto che ora sono lì a giocarsi la salvezza. Un collega chiede a Luciano Spalletti a cosa rinuncerebbe per lo scudetto, e lui risponde sibillino: "Questa domanda fammela la prossima settimana...".

Monchi ha detto di voler continuare con lei. Con qualcuno ha parlato ma è una cosa normale. Per quanto riguarda me e la squadra, il futuro dipende dalla vittoria di domani'.

Altre Notizie