Notte dei Musei 2017 a Roma

Notte dei Musei 2017 a Roma

Notte dei Musei 2017 a Roma

L'evento, nato in Francia nel 2005, vede il patrocinio dell'Unesco e del Consiglio d'Europa. Troverete la lista degli istituti che parteciperanno a questa iniziativa e il programma dettagliato sul sito dei Beni Culturali, nella sezione Festa dei Musei 2017. Il tema di quest'anno sarà "Musei in Contes [x] t: raccontare l'indicibile nei musei". E poi alle 19.00 la Banda musicale "Città di Modica" Belluardo – Risadelli, diretti dal maestro Corrado Civello, che percorrerà suonando il tratto dal Pizzo sino a Santa Maria del Gesù. I musei pongono infatti domande fondamentali e forniscono argomenti che incentivano la riflessione critica su ciò che occorre ricordare, conservare, e ciò che deve essere affrontato e superato.

Il tema proposto dal nostro Museo è "Il lago degli idoli, una storia controversa dall'antichità alla contemporaneità".

L'invito, riguardo alle tematiche proposte, è quello di distinguere e identificare il consapevole dall'inconsapevole, l'irrilevante dal rimosso, il respinto dal trascurato, l'emarginato dal cancellato, il censurato dall'ignorato evidenziando gli aspetti contraddittori, scomodi, che creano imbarazzo, repulsione, chiusura.

Il programma della Festa dei Musei comprende una serie di eventi. Nei Musei Civici nel corso della serata insieme al biglietto di Notte dei Musei, sarà consegnato un coupon per l'ingresso ridotto all'Ara com'era valido fino al 30 giugno 2017 (fino ad esaurimento scorte disponibili).

Per l'occasione è stata allestita la mostra: "Testate giornalistiche edite nella città di Palermo nell'Ottocento" una preziosa documentazione e testimonianza di circa cento testate a cura del collezionista Gesualdo Adelfio. Il percorso museale si snoderà tra epigrafi romane dedicate alla fedeltà del matrimonio, raffigurazioni del corpo femminile, dalla Venere di Chiozza ai nudi contemporanei, audaci scene erotiche rappresentate su oggetti d'uso quotidiano di epoca romana, modelli anatomici di apparati sessuali, simboliche raffigurazioni di tentazioni, adescamenti, rapimenti.

Nei quattro paesi del sistema ACAMM sarà possibile vedere anche le mostre di Max Bill, Henri Laurens, Fausto Melotti, I pittori a Roma negli anni di Carlo Levi: Franco Gentilini opera grafica 1935-1975, Paul Russotto, Peter Bellamy e gli artisti di New York 1981-1990.

Altre Notizie