Mille Miglia 2017: parte oggi la storica ed emozionante gara

Addestramento in pista dell'auto storica dell'Esercito

L’hanno definita la corsa più bella del mondo

Da oggi parte da Brescia la 35 esima edizione della Mille Miglia. E non è un caso che Santa Margherita abbia voluto correre la corsa per il terzo anno di fila. Al quarto posto il vincitore di due edizioni della Mille Miglia, Juan Tonconogy in coppia con il connazionale Guillermo Berisso su Bugatti Type 40 del 1927. In attesa del rientro delle vetture previsto per il pomeriggio di domenica la manifestazione, che quest'anno avrà un programma dedicato al suo 90 anniversario, sottolineerà una volta ancora, il forte legame tra la corsa e Brescia, il luogo che le diede i natali. Anche quest'anno la famiglia Marzotto non farà mancare la sua presenza. Tra questi una Mercedes-Benz SSK, omaggio alla storica vittoria colta nel 1931 da Rudolf Caracciola, primo pilota non italiano ad imporsi in un'edizione della Mille Miglia. Impossibile quantificare, ma certamente diverse decine di migliaia di persone (forse addirittura centomila) hanno assistito al passaggio della Mille Miglia che dall'Alta padovana è arrivata fino in città. Nel '55 abbandonò il mondo delle corse e lasciò tutto alla Ferrari, compresa una tecnologia avanzata che le Rosse non avevano. Rispettando la tradizione nata nel 1927, il percorso ha preso il via e terminerà a Brescia, attraversando in quattro tappe mezza Italia, prima e dopo il giro di boa a Roma. "Qualche volta ci siamo anche incrociati e stretti la mano". Altro appuntamento infine, a Vitique, Wine & Food Boutique, il 20 maggio: nel nuovo ristorante di Santa Margherita Gruppo Vinicolo si celebrerà la tappa più affascinante della competizione che attraversa il Chianti classico. La carovana delle auto Mille Miglia precedute dalle auto moderne Ferrari e Mercedes arriveranno da Modena percorrendo la Via Emilia con il seguente percorso per l'ingresso in città: Ss9 direzione Reggio Emilia, via Ferdinando Bocconi, Ss9, piazza Tricolore svolta a sinistra in viale Dei Mille, piazza Armando Diaz, via Ludovico Ariosto, piazzale Luigi Roversi, corso Giuseppe Garibaldi. Negli anni quella singola Cantina a Fossalta di Portogruaro (Ve) è diventata un Gruppo, presente nelle più importanti regioni vitivinicole italiane, autrice di alcune "innovazioni" che hanno cambiato immagine e sostanza del vino italiano nel mondo: il Pinot Grigio ed il Prosecco. Di uomini sempre pronti a sfidare i propri limiti. Non a caso, il nome "Mille Miglia" rappresentò già all'epoca un omaggio al risultato ottenuto dalla vettura.

Con l'eterno ragazzo di Monghidoro condivide la passione per le auto d'epoca.

Altre Notizie