Lecce: documenti falsi per finanziamento, arrestato

Cerca di comprare tv e i-Phone con documenti di un avvocato: nei guai 51enne

Lecce, falso tecnico raggira 89enne

Gli acquisti "effettuati" si sarebbero aggirati attorno ai 3mila e 540 euro, sui quali aveva anche esteso una maggiore garanzia, per altri 120 euro.

Un uomo, dopo aver accuratamente scelto gli oggetti da acquistare facendosi dare numerosi consigli dall'addetto al reparto, ha tentato una truffa in danno del negozio "Euronics" di viale Grassi, a Lecce, chiedendo di accendere un finanziamento dell'importo pari al costo totale degli oggetti acquistati, esibendo alcuni documenti contraffatti e falsi. L'uomo aveva infatti esibito una busta paga contraffatta intestata a un avvocato realmente esistente, una carta di identità originale intestata allo stesso legale ma con la foto del truffatore e una tessera sanitaria contraffatta, anche questa intestata al professionista. Entrambi i documenti riportavano la sua fotografia e le generalità di un'altra persona. L'anziana ha chiamato la polizia perche' a casa sua si era presentato un uomo, alto, robusto, con capelli scuri e vestito di scuro, che dopo averle prospettato un presunto allaccio alla rete enel-gas, ha chiesto il pagamento di circa trecento euro in contanti, al fine di farle risparmiare la coda allo sportello e le relative tasse del bollettino postale. Il 51enne, incensurati, è stato arrestato in flagranza di reato per possesso e contraffazione di documenti di identità falsi, ricettazione e tentata truffa.

Altre Notizie