Ausilio: "Inter, che flop! Tanti errori e gruppo spaccato"

Ausilio “Su Gabigol non posso parlare Suning potrebbe comprare Ronaldo”

Ausilio: spogliatoio spaccato, un errore De Boer, cerchiamo uno come Conte ma son tutti occupati...

In accordo con quanto è stato riportato da Gazzetta.it, il Ds Ausilio nella giornata di ieri ha incontrato la dirigenza del PSG, mentre sono attesi per oggi contatti con il Manchester United. Hanno costruito il proprio stadio e gradualmente alzato gli stipendi, hanno lavorato sullo sviluppo commerciale e poi, dal momento in cui vinci e partecipi alla Champions, puoi partire da +50 milioni di euro. Lui invece ne ha avuto per tutti. E così siamo andati su un allenatore che non conosceva il calcio italiano (de Boer, ndr). "Lo poteva capire anche una persona senza immaginazione". L'Inter quest'anno ha programmato male, abbiamo cambiato 4 allenatori e arriveremo settimi o ottavi. Dobbiamo anche essere più forti a livello di comunicazione. "La comunicazione oggi è tutto, abbiamo tre giornali che parlano tutti i giorni di calcio, Tv che parlano 24 ore su 24". E' in quei momenti che devi dare sostegno all'allenatore.

A detta di molti l'Inter non dà una sensazione di compattezza in campo: "I ragazzi si allenano bene, ma non sono riusciti a creare un gruppo e questo per questioni di età ma anche di valori". Ci sono quasi 200 milioni di differenza tra l'Inter e la Juve. "Ognuno non fa più del suo, non c'è grande personalià e forza d'animo". Ricordo che dopo il triplete Eto'o a inizio luglio è arrivato in ritiro e come prima cosa ha chiesto di parlare con Benitez. Gli ha immediatamente detto che non avrebbe più fatto il terzino. In particolare, al centro delle trattative con il club inglese potrebbe esserci quella legata alla possibile cessione di Ivan Perisic considerando che l'ala croata piace allo 'Special One' José Mourinho.

"Bisogna confrontarsi con situazioni contrattuali e di mercato". Stiamo pensando ad allenatori con quelle caratteristiche, però poi vai a vedere e tutti i top sono al Chelsea, al Tottenham, all'Atletico, alla Juve... "Nella scelta bisogna considerare anche questo tipo di situazioni".

"Oggi tutto deve essere proporzionato ai ricavi".

"Ogni giorno escono nomi di giocatori che prenderemo e soldi che spenderemo, ma la verità è che dobbiamo rispettare il tetto salariale".

Ausilio ha anche svelato di aver provato a prendere Dybala: "Il tentativo l'Inter lo ha fatto, ma c'erano 20 milioni di differenza con la Juventus e quindi è andato lì". Suning potrebbe comprare anche Cristiano Ronaldo se lo volesse ma non può farlo perché c'è il Fair Play Finanziario. Non si recupera prendendo i migliori calciatori, perché poi i migliori calciatori vanno dove ci sono più soldi, dove possono giocare la Champions. Perciò bisogna rischiare ed investire su giocatori giovani.

Altre Notizie