"Torna a cucinare o ti chiudo in un sacco", arrestato marito violento

Napoli follia in un ospedale trascina la moglie infermiera per i capelli “Vieni a cucinare”

Napoli, follia in un ospedale: trascina la moglie infermiera per i capelli: “Vieni a cucinare”

I poliziotti sono però riusciti a bloccarlo, arrestandolo per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali dolose e resistenza a Pubblico Ufficiale e portandolo nel carcere di Poggioreale. L'uomo si era recato, come una furia, presso un ospedale cittadino dove la moglie lavora e, dopo averla afferrata per i capelli e malmenata, pretendeva che facesse ritorno immediatamente a casa per cucinare, minacciandola di volerla chiudere in un sacco.

Nonostante l'intervento delle forze dell'ordine l'uomo non si è fermato finché gli agenti non l'hanno arrestato. La donna, riuscita a liberarsi, è scappata all'interno dell'ospedale raggiungendo il secondo piano. Le urla della donna sono state sentite fuori da casa e così sono arrivati i carabinieri che prima hanno fatto portare la donna in ospedale, poi hanno arrestato il marito.

La vittima, sposata da 16 anni, da ben 10 anni stava subendo violenze sia fisiche che psicologiche e, in più circostanze, era dovuta ricorrere alle cure ospedaliere per le percosse ricevute dal marito. Anche davanti agli agenti il marito ha cercato di aggredire la moglie, al punto che uno degli uomini in divisa ha dovuto frapporsi fra i coniugi per evitare il peggio.

Con non poche difficoltà, i poliziotti riuscivano a bloccare il 40enne che, seppur condotto negli uffici del Commissariato di Polizia Decumani, ha continuato con il suo atteggiamento violento.

Altre Notizie