Svolta verde di Apple: "Useremo solo materiali riciclati". Greenpeace esulta

Apple renew

Apple Renew il programma di riciclo dell'azienda di Cupertino

È questo l'importante proposito della società di Cupertino, emerso dalla pubblicazione dell'edizione 2017 dell'Environmental Responsibility Report.

Nel 2016, il 96% dell'elettricità utilizzata per le varie sedi in tutto il mondo derivava da fonti rinnovabili.

Le Live Photos, ovvero una serie di rapidi scatti in sequenza opportunamente animati, sono state introdotte da Apple in iPhone 6S nel 2015, ma la loro fruizione è stata limitata quasi solamente agli smartphone della Mela: solo lo scorso mese di settembre Tumblr ha, per primo, integrato la possibilità di visualizzare le Live Photos sulle proprie pagine. Inoltre 7 fornitori si sono impegnati a gestire, entro la fine del prossimo anno, tutta la loro produzione legata ad Apple con energia rinnovabile.

Attraverso la partnership con il WWF, quasi 130 ettari di foresta in Cina sono stati proposti per la certificazione 'Forest Stewardship Council' (FSC): è una foresta 'funzionale' che è tanto sostenibile quanto necessaria per coprire la produzione di carta da imballaggio di prodotto.

"Stiamo portando avanti nuove tecniche innovative di riciclo, come Liam, la nostra linea di robot di disassemblaggio, in modo da poter utilizzare al meglio i materiali recuperati nei nuovi prodotti - prosegue il comunicato -".

Il 100% dello stagno usato per la saldatura sulla scheda logica principale dell'iPhone è riciclato. "È una cosa che facciamo molto di rado - ha detto a Vice Lisa Jackson, Vice President Environment, Policy e Social Initiatives - annunciare un obiettivo prima ancora di sapere esattamente come raggiungerlo". A Cupertino, infatti, stanno studiando le mosse per una produzione diversa dei prossimi device.

E' un progetto ambizioso ma la stessa azienda è consapevole di quanto possa essere difficile realizzarlo.

Apple punta all'impiego di materiali al 100% riciclati per gli iDevice del futuro. "Quindi siamo un po' nervosi, ma riteniamo anche che è veramente importante, perché come settore crediamo che è lì che la tecnologia dovrebbe andare".

Altre Notizie