Parigi, allarme terrorismo: muoiono poliziotto e assalitore mentre l'altro è in fuga

Keystone

Parigi, spari sugli Champs Elysées Ucciso un poliziotto, un altro ferito

L'aggressore è rimasto ucciso nel conflitto a fuoco, ma ci sarebbe un complice in fuga. Due polizotti sono stati uccisi. La Reuters sostiene di aver sentito un testimone oculare che dice che un uomo è sceso da una vettura e ha cominciato a sparare. A quanto pare avrebbe annunciato l'attacco su Telegram, nota piattaforma atta allo scambio di messaggi simultanei. Secondo i media uno degli attentatori era conosciuto alla polizia.

L'assalitore ucciso era schedato con la lettera, che indica gli individui radicalizzati a rischio di perpetrare attentati. I colpi sono stati sparati intorno alle 21 al numero 104 degli Champs Elysees, davanti a un negozio britannico "Marks & Spencer". Le immagini trasmesse dalle reti tv mostrano gli Champs Elysées presidiati da decine di veicoli della polizia. Si propende per la tesi dell'attentato terroristico. L'operazione di polizia per rintracciarlo è ancora in corso. Le prima notizie parlano di due vittime, un poliziotto e il killer. Chiuse per precauzione la stazione della metropolitana Franklin Roosevelt e George V.

La sparatoria è avvenuta in concomitanza dell'ultimo dibattito televisivo fra i candidati alle presidenziali di domenica. Le indagini sull'assalto sono state affidate alla procura antiterrorismo. Un altro uomo, secondo fonti di polizia, sarebbe in fuga. La polizia francese ha chiesto a tutti di lasciare la zona. Un elicottero sorvola la zona a bassa quota. E il timore della matrice terroristica è forte per ciò che è avvenuto stasera nella capitale francese.

Altre Notizie