La fidanzata di Corona Tornava a casa con buste di denaro contante

FABRIZIO CORONA/ Processo, la fidanzata Silvia Provvedi in aula: “Tornava a casa con buste di contanti”

Fabrizio Corona, la fidanzata al processo: "Tornava a casa con buste piene di soldi, anche 25mila euro"

Al compagno resta vicina anche adesso, dopo l'ultima udienza del processo che l'ha vista testimone per via di 2,6 milioni di euro in contanti trovati in parte nascosti in casa, in parte in Austria.

La ragazza ha raccontato ai giudici di aver incontrato Corona per la prima volta nell'estate del 2015 quando ha posato insieme alla sorella gemella Giulia per Play Boy e Fabrizio curava la direzione artistica.

Le indagini condotte dagli inquirenti, come riferito in aula da Liliana Ciman, dirigente della sezione criminalità organizzata della squadra mobile di Milano, hanno invece condotto a "elementi insufficienti per un suo coinvolgimento nell'episodio dell'esplosione", avvenuta sotto la casa di Corona, in corso Como, a Milano. La Provvedi, teste chiamata a deporre dalla difesa, si è detta estranea: "Io non ci ho mai messo il naso, mi facevo gli affari miei". La cantante de Le Donatella ha confermato la versione di Corona, che ha sempre parlato di quel denaro come frutto del suo lavoro, specie come ospite a serate mondane. "Il denaro veniva tenuto da Fabrizio in ripostiglio, acccanto a giacche e giacconi, vicino alla camera da letto". "Tempo un mese di collaborazione professionale - ha raccontato la cantante - ed è nata tra noi anche una relazione affettiva".

"Il 23 luglio eravamo in un locale di Milano, il Radeztsky, e ho notato che Fabrizio aveva un segno in faccia ed era sotto shock - il racconto della giovane - mi ha detto di stare tranquilla perché non era nulla di preoccupante". "Mi ha detto - ha proseguito - che ha subito anche un tentativo di estorsione da lui, Sculli voleva 50 mila euro e mi sono un po' preoccupata, non era una cosa normale". Mi ha spiegato di essere stato aggredito da due uomini, di cui uno era Sculli. La stessa Francesca Persi, che oggi sarà nuovamente sentita in aula, visibilmente infastidita fuori dal Tribunale poco fa si è tolta qualche sassolino dalle scarpe ai microfoni di Mattino 5: "Mi sento bene e finalmente oggi avrò modo di spiegare alcune mie dichiarazioni che sono state manipolate indegnamente". Il giorno dell'interrogario, il poliziotto Izzo mi fece delle domande che mi parvero strane, sul patrimonio di Fabrizio, che non c'entravano niente con la bomba. E' toccato poi alla fidanzata di Corona, Silvia Provvedi.

Altre Notizie