Jorginho, il Napoli crede nel 2/o posto

Il Mattino – Calamita Jorginho: è il miglior regista della serie A

Jorginho "chiama" i 3 punti. "Per la Champions diretta"

Come ho detto prima, è tutto un lavoro di squadra che abbiamo fatto insieme, non è solo merito mio. Non è semplice giocare in questo modo, le squadre ormai ci conoscono, stiamo riuscendo a divertire ed a divertirci, se arriva il risultato positivo è sempre meglio. "Ci dà ancora più consapevolezza dei nostri mezzi, andare al Camp Nou e non prendere gol non è semplice, ciò vuol dire che siamo stati bravi a segnare contro la Juve". "Il Sassuolo sta bene e può mettere in difficoltà chiunque, anche giocare alle 12.30 è particolare, dobbiamo mettere tutto in campo". Di questo ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Jorginho, a partire proprio dal lunch match di domenica: "Contro il Sassuolo sarà una partita determinante per la volata Champions. Io lavoro sempre al massimo ogni giorno per migliorarmi: ho 25 anni e non posso fermarmi". Ventura, a differenza di Conte, non lo ha mai convocato: "Ogni calciatore lavora con quell'obiettivo, ma ora penso al Napoli".

Vuoi restare a Napoli per vincere? Vincere qui è speciale, non è come nelle altre città; sogniamo di vincere il campionato. Lavoriamo anche per il futuro, stiamo crescendo e vediamo cosa succederà. "Spero di riuscire a superare questo limite". Se il Napoli gioca così bene è anche merito mio? "Allan mi da una mano nella fase difensiva, ma Zielo è bravo in fase di palleggio, mi trovo bene con entrambi". Napoli è un posto speciale che va vissuto per comprenderne la bellezza. Il calore che dona la gente regala tante emozioni e tanto onore: quando scendi in campo con la maglia azzurra rappresenti il loro popolo, non è solo una questione calcistica. Il mio compito è quello di dare equilibrio alla squadra e cerco di eseguirlo.

Altre Notizie