Gabriele Del Grande Ultime Notizie, Alfano: "Sta bene, ma digiuna"

Del Grande, Manconi: vicenda più complicata del previsto

Torino si mobilita per Gabriele Del Grande (VIDEO)

"Gabriele ha avuto anche l'opportunità di incontrare da solo il proprio avvocato". Mentre la sorella di Gabriele, Elena Del Grande, ha iniziato la "staffetta del digiuno" per stare vicini simbolicamente al regista che aveva annunciato lo sciopero della fame nella telefonata alla compagna di martedì dopo 10 giorni in cui di Del Grande si erano perse le tracce. "Ci risulta che Gabriele stia bene - prosegue il ministro - sta facendo uno sciopero della fame nutrendosi solo di liquidi". Ha comunque l'assistenza di un medico che io ho chiesto e ottenuto dalle autorità turche'. "L'Ue, in questo particolare caso, si è attivata per sostenere l'azione dell'ambasciatore italiano ad Ankara, che oltretutto ho sentito nei giorni scorsi, per sostenere l'azione della Farnesina e del governo italiano rispetto alle autorità turche".

Dopo 12 giorni dal fermo in Turchia, il reporter Gabriele Del Grande ha incontrato il console italiano. "È in sciopero della fame", ha confermato il legale, secondo cui Del Grande "ha detto che ora vuole solo essere liberato e tornare in Italia". Non ci è stata data alcuna informazione su eventuali capi di imputazione nei suoi confronti di Gabriele. La sua detenzione è del tutto illegale. "Non c'è nessun impedimento giuridico al rimpatrio, è un provvedimento punitivo", ha chiosato l'avvocato. E il primo a gioirne è stato il padre di Gabriele, Massimo Del Grande, che nel corso de 'La Vita in Diretta', su Rai Uno, ha detto: "Spero che domani ci sia l'incontro con le autorità italiane in Turchia, che si possa parlare con Gabriele e nell'arco della prossima settimana torni a casa". "Il direttore del centro non ha nessuna informazione riguardo a una sua possibile espulsione". In seguito, però, il viceconsole italiano e l'avvocato turco di Gabriele Del Grande non hanno potuto accedere al centro di Mugla. "Peggio, non è stato comunicato alle autorità italiane il fatto che non fosse più laddove si trovava cinque giorni fa". "Saremo molto lieti di ospitarlo nella nostra Ambasciata". "Noi questa vicenda la viviamo giorno per giorno, momento per momento".

Continua in tutta Italia la mobilitazione. Ieri sera a Palazzo Santini l'aula consiliare ha approvato un ordine del giorno per chiedere al presidente del Consiglio Gentiloni e al ministro degli esteri Alfano di adoperarsi per rendere il più veloce possibile il rilascio di Del Grande. Se le cose andranno come sembra che debbano andare faremo la corsa per andare ad abbracciarlo all'aeroporto quando tornerà.

Altre Notizie