Colpo in banca, bandito muore per malore

Navacchio, in due assaltano la banca: uno dei rapinatori si sente male e muore

Pisa, bandito muore per malore durante la rapina in banca

Il complice ha provato a soccorrerlo e a rianimarlo e poi ha tentato di trascinarlo via, ma ha rinunciato per darsi alla fuga ed è tuttora ricercato dai carabinieri. Secondo una prima ricostruzione, intorno alle 11 di questa mattina due banditi sono entrati nella banca armati di taglierino e hanno intimato agli impiegati di consegnare il denaro disponibile agli sportelli. Subito dopo le minacceuno dei due si è accasciato a terra: il complice ha provato asoccorrerlo e a rianimarlo, chiamandolo per nome.

Inutile l'intervento del 118 per il rapinatore - I dipendenti della banca hanno quindi chiamato i carabinieri e il 118. I due malviventi, probabilmente pregiudicati di origine campana, secondo gli inquirenti, hanno agito a volto scoperto "consapevoli che nessuno in zona li conoscesse". La vittima è un uomo di circa 40 anni, di corporatura robusta e con le braccia tatuate. Gli impiegati della banca hanno detto agli investigatori che avevano già visto il bandito deceduto in zona e non è escluso che stesse proprio studiando i dettagli per il colpo. Non aveva documenti con sé. Il rapinatore fuggito, conclude Bartolacci, "è anche quello che armato di trincetto ha minacciato gli impiegati, mentre il complice si è sentito male mentre stava cercando di rinchiudere in bagno il direttore della banca e altri due impiegati per garantirsi la fuga".

Altre Notizie