Facebook lancia Spaces: immergersi in foto e video a 360 gradi

Facebook lancia Camera Effects Platform Schermata 2017 04 18 alle

Facebook lancia M, l'assistente virtuale che dà suggerimenti in chat

La seconda novità rigiarda la realtà virtuale, si chiama Spaces, e a moltio ha ricordato Second Life.

In occasione della conferenza tematica F8, nel corso della quale il buon Marc ha glissato elegantemente sulla tragedia di Cleveland (evidentemente considerata un incidente di percorso dettato da un eccesso di vanità imprevista), Zuckerberg ha infatti annunciato di avere in serbo per il prossimo futuro di Facebook sviluppi mirabolanti che prevederanno la presenza di una fotocamera creata ad hoc come prima pietra sulla quale edificare un impianto destinato ad accogliere realtà virtuale e aumentata all'interno del sito. Facebook Spaces, disponibile da oggi in versione 'beta', è una sorta di Facebook parallelo, in formato tridimensionale e virtuale, con tanto di propri avatar costruiti dagli utenti a propria immagine e somiglianza. Realtà aumentata e realtà virtuale sono state al centro delle rivoluzioni che il social network più famoso di sempre si propone di fare. Facebook non può più ignorare il problema, ma vede transitare 3,3 milioni di post al minuto e non nasconde (mai) di avere la libertà di espressione come priorità assoluta. Tutto quello che si farebbe in una videochiamata su Skype, con la differenza che non ci si guarda davvero negli occhi ma con l'indubbio vantaggio di trasformare il salotto di casa in una stazione spaziale. Un grande salto di qualità per certi versi anche inquietante possibile grazie all'introduzione dell'app Camera in Whatsapp, Instagram e Messenger di Facebook. E lo testimonia il fatto che l'app Camera venga integrata in tutte le piattaforme di Facebook (Whatsapp, Instagram, Messenger). Si tratta di uno spazio virtuale in cui contatare gli amici in modo interattivo, con la sesazione di trovarsi nella stessa stanza. Con la possibilità di eseguire algoritmi di intelligenza artificiale e algoritmi di computer vision su dispositivi mobile, questa fotocamera può ora analizzare l'ambiente, riconoscere persone, luoghi e oggetti.

Sarà la fotocamera che "aiuterà a fondere reale e digitale in modi del tutto nuovi" rendendo "il mondo fisico migliore". Questo significa che spostando la testa nel mondo virtuale si potrà vedere da diverse angolazioni, provando la sensazione di un'immersione profonda e ad un livello totalmente nuovo.

Se è vero che Facebook fa della realtà aumentata uno dei fondamenti per lo sviluppo futuro, è anche vero che proprio su questa tecnologia puntano in tanti e che Zuckerberg on sarà solo in questa partita. Anche Apple, tra le altre, tra qualche mese potrebbe lanciare la sua piattaforma dedicata. Notevoli le migliorie in arrivo anche per la nuova versione di Facebook Messenger, presentata durante la conferenza, che promette numerosi nuovi giochi e bot, ma soprattutto una serie di interessanti estensioni per poter usufruire di nuovi contenuti (ad esempio Spotify) direttamente dall'applicazione.

Il social network lavorando ad un sistema che permetterà alle persone di scrivere attraverso il proprio cervello.

Altre Notizie