Spalletti: "Riserve? Ci vuole fantasia a chiamarle così"

La delusione di mister Pioli

Autore LaPresse Spada LaPresse Spada La delusione di mister Pioli

Per Spalletti: visto il 4-0 dell'andata, è difficile preparare la partita di domani? Nonostante la qualificazione sia quasi ipotecata, Luciano Spalletti non si fida e cerca di tenere alta la tensione dei suoi: "Il calcio dice che niente è deciso. Domani non giocano nessuno dei due". Certi risultati non si ottengono senza un gruppo del genere e un impegno costante. "Ma se gente come Vermaelen, Juan Jesus, Paredes, Perotti, El Shaarawy e Mario Rui si vogliono chiamare "riserve", ci vuole fantasia..." E' chiaro che poi va fatta una valutazione anche su chi ha giocato più spesso, vedi Emerson, come fai...

BONUCCI-ALLEGRI - "Questo è un periodo particolare, perché si affrontano partite importanti in Europa e in campionato". Loro due insieme stanno bene perchè uno è fisico ed è bravo nella palla addosso, l'altro è bravo nella corsa, nella palla in bandierina, però, quello che fa la differenza è la squadra. "Per il resto faccio fatica a dare un giudizio". Gerson ha giocato poco ma ha mostrato d'avere qualità.

"Farò turnover col Villarreal". "Ha giocato poco ma si è impegnato, fa vedere di avere delle qualità, bisogna vedere un discorso più ampio".

L'obiettivo della Roma è quello di andare il più lontano possibile in Europa League e i giallorossi possono affidare le chiavi del centrocampo al talento ex Boca Juniors.

EUROPA LEAGUE - "Non so quale strada faremo e cosa troveremo dinanzi in questa competizione. Se continuo a fare bene sicuramente avrò la mia opportunità". C'è il rischio di valutarla diversamente e non va fatto, l'analisi di una competizione la si fa nel doppio turno, le partite vanno giocate bene uguale, altrimenti non ha senso farne una buona e un'altra passata a lesinare lo 0-0 o passare 90' indenni. Noi vogliamo fare la partita contro chiunque si mettera' sulla nostra strada. Questo fatto che il nostro risultato ha fatto clamore deve essere una costante. Loro hanno qualcosa per far diventare gli altri componenti una squadra. "I padroni di casa ci hanno permesso di vivere il sentimento sportivo che ci accomuna. Spero ci sia la stessa accoglienza da parte dei nostri tifosi per gli ospiti che verranno a vedere la partita di domani". Viene agevolato nel mostrare il suo repertorio.

All'andata in Spagna la Roma si è imposta con un eloquente 4-0, lo stesso risultato con cui il Deportivo eliminò il Milan 13 anni fa dopo aver perso il primo round per 4-1.

Altre Notizie