Avellino-Verona: aggrediti il presidente scaligero Setti e Luca Toni

Avellino-Verona: aggrediti il presidente scaligero Setti e Luca Toni

Avellino-Verona: aggrediti il presidente scaligero Setti e Luca Toni

E' il racconto choc di Luca Toni, dirigente dell'Hellas Verona, in un video pubblicato sul sito web della società di calcio scaligera sull'aggressione subita dai vertici del club prima della gara.

Attimi di paura per Maurizio Setti e Luca Toni, al seguito del Verona nella trasferta di oggi ad Avellino. "Ho ascoltato il comandante dei Vigili Urbani, Michele Arvonio, che mi ha riferito circostanze che assolvono gli agenti da qualsiasi responsabilità". Da Toni anche una pesante condanna alle forze dell'ordine: "Mi dispiace - ha aggiunto - che a poche decine di metri c'erano dei vigili, che invece di darci una mano si sono girati e non hanno fatto nulla". "Un gesto vile, da parte di ignoti, che rovina una giornata di sport e che deve far riflettere tutti". Nonostante avessero la sciarpa dell'Avellino, non si possono certo definire 'tifosi', visto che hanno iniziato a prendere a calci e pugni la macchina, sfondando un finestrino e tirando addosso al presidente anche una bottiglia di vetro, prendendolo fortunatamente sulla pancia.

In serata arriva anche la nota della Lega B che si esprime in questi termini: "Sdegno, preoccupazione e solidarietà". Nei pressi dello stadio "Partenio-Lombardi", alcuni facinorosi avrebbero accerchiato l'auto nella quale viaggiavano il presidente dell'Hellas Verona Maurizio Setti, il team manager Luca Toni, il direttore operativo Francesco Barresi e un amico di famiglia.

"Sdegno per un episodio di cronaca gravissimo, che poteva avere conseguenze ben maggiori per gli occupanti del mezzo". La vettura con Setti e Toni, dirigente della squadra, è comunque riuscita a dileguarsi e raggiungere la Questura. "Fuori e dentro del campo".

Altre Notizie