Attentato Isis ad Aleppo: almeno 30 morti

Trenta persone sono rimaste uccise in un attentato dell'Isis ad Al Bab, il distretto ad est di Aleppo in mano ai jihadisti. Ed è stata l'ennesima dimostrazione di come lo Stato Islamico (insieme ad Al Nusra e al sedicente Esercito Libero Siriano) ha usato e stia usando i civili di Aleppo per tentare di rallentare l'avanzata dell'esercito siriano.

I ribelli siriani, sostenuti da truppe turche, hanno infatti assediato la città controllata dall'Isis da settimane, nel quadro dell'operazione "Eufrate Shield", lanciata dalla Turchia da quattro mesi, per eliminare i sostenitori sunniti della linea dura e i combattenti curdi nemici dal confine con la Siria. E poi ha aggiunto: "Questo è solo l'inizio".

E intanto la Russia denuncia il ritrovamento ad Aleppo di fosse comuni con decine di corpi mutilati e che portano i segni di spari alla testa. Citato da Sana, il responsabile del Dipartimento di medicina legale, Zaher Hajjo, ha affermato che tra le vittime ci sono anche "cinque bambini e cinque donne". "I risultati dei primi controlli nei quartieri di Aleppo abbandonati dalla cosiddetta opposizione impressioneranno molti", ha detto ancora Konashenkov, che ha segnalato l'impegno di specialisti russi nello sminamento della citta' e nella neutralizzazione dei depositi di munizioni e armi lasciati dai ribelli.

Altre Notizie