Videosorveglianza in asili e centri per anziani: primo ok della Camera

Camera approva telecamere in asili e ospizi ora tocca al Senato

Videosorveglianza in asili e centri per anziani: primo ok della Camera

La votazione ha visto 279 voti a favore, 22 contrari; 69 gli astenuti. Si sono dichiarati a favore tutti i gruppi di maggioranza e di opposizione del centrodestra, ad eccezione di Sinistra Italiana, che ha votato contro.

La legge che prevede l'installazione di telecamere di sorveglianza all'interno di asili e case di riposo è stata approvata oggi dalla camera, forse anche sull'onda della recente vicenda di Acerno, nel salernitano, teatro di una brutta storia di sevizie ai danni degli anziani ospiti di una struttura assistenziale. Il MoVimento Cinque Stelle si è astenuto.

Alla stesura del testo ha collaborato Roberto Marti, del gruppo Conservatori e Riformisti, che così commenta con soddisfazione il voto parlamentare: "Dopo i vergognosi episodi di maltrattamenti degli ultimi mesi, dalla politica giunge un chiaro messaggio a tutela dei soggetti più deboli della nostra società". "Tutte le forze politiche, o quasi, sono riuscite a convergere su questo accordo". Dovranno infatti essere le singole strutture a pagarne l'installazione, che potrà avvenire solo col consenso delle unità sindacali o, in mancanza di esso, con quello dell'Ispettorato del Lavoro.

L'articolo 3 della proposta di legge prevede che l'installazione di sistemi di videosorveglianza con telecamere a circuito chiuso presso le scuole deve garantire il diritto dello studente alla riservatezza e tener conto della delicatezza del trattamento di dati relativi a minori. Questi dispositivi finora sono serviti a smascherare maestre d'asilo e operatori socio-assistenziali rei di avere utilizzato maniere non adeguate al proprio ruolo con le persone da loro assistite e ad assicurarli, in seguito a denunce e segnalazioni, all'autorità giudiziaria.

Oltre all'ok alle telecamere, il testo contiene anche la delega al governo all'adozione, entro un anno dall'approvazione definitiva della legge, di un decreto legislativo sulla formazione e valutazione attitudinale nell'accesso alle professioni educative e di cura in asili e strutture per anziani. Una richiesta caldeggiata da molte associazioni di genitori.

Altre Notizie