Partite Iva: cosa cambia con la nuova flat tax

Iri 2017 partite iva minori conviene davvero

Partite Iva: cosa cambia con la nuova flat tax

L'applicazione dell'imposta sul reddito d'impresa comporterà una tassazione piatta, con aliquota al 24% - nella stessa misura dell'Ires - con la possibilità di dedurre dal reddito d'impresa le somme percepite dall'imprenditore o dai soci a titolo di remunerazione dell'opera dagli stessi prestata. Anche ad altre categorie, come le Partite Iva con il regime dei minimi o altri regimi forfettari, non converrà. guadagnarci con l'Iri targata 2017 saranno invece gli artigiani, sempre con ditta individuale, i commercianti con immobili locati e i dipendenti soci nella Sas con una quota in accomodante. Secondo le stime del Sole 24 Ore, non per tutti. "Da valutare anche l'eliminazione dei limiti per il riporto delle perdite", spiega il quotidiano di Confindustria. Il tributo sarà applicato sul reddito decurtato di quanto prelevato dall'imprenditore individuale o dai soci ma se soci e imprenditore effettueranno prelievi dall'impresa, saranno soggetti alla normale tassazione Irpef in base ai rispettivi scaglioni. Difatti per costoro il reddito finirebbe per cadere nella tassazione ordinaria.

"Attenzione, però, perché anche i prelievi degli utili dell'anno escono dall'area dell'Iri e confluiscono nel reddito complessivo. In quest'ultimo caso, però, va posta un'avvertenza: se il contribuente dovesse optare per la cedolare sulle locazioni abitative, si troverebbe di fatto a beneficiare di due regimi alternativi all'Irpef e rischierebbe di non poter sfruttare eventuali bonus personali".

L'Iri potrebbe non convenire a chi (fonte Sole24Ore) "preleva un elevato importo degli utili per impiego personale: è il caso soprattutto degli imprenditori individuali che vivono del proprio lavoro".

"In più, c'è un fattore di convenienza per così dire "indiretta" da pesare attentamente". I commenti non devono necessariamente rispettare la visione editoriale de Il Sole 24 ORE ma la redazione si riserva il diritto di non pubblicare interventi che per stile, linguaggio e toni possano essere considerati non idonei allo spirito della discussione, contrari al buon gusto ed in grado di offendere la sensibilità degli altri utenti. "Quindi le imprese in contabilità semplificata dovrebbero rinunciare ai vantaggi in termini di adempimenti e di tenuta dei registri per poter accedere alla tassazione proporzionale".

L'operazione di semplificazione, prevista dalla manovra finanziaria (per approfondimenti: Il Governo vara la manovra: dalle pensioni ai concorsi all'addio ad Equitalia) punta ad avvicinare il regime fiscale a quello delle società di capitali: l'aliquota si applicherà sia al reddito d'impresa che per quanto riguarda gli utili reinvestiti in azienda, con un regime di tassazione più leggero per quella parte di reddito utilizzata per la crescita aziendale.

Altre Notizie