NAPOLI SARRI ULTIMISSIME/ "Gabbiadini si adatti, non posso cambiarne otto per lui"

L'esultanza dei giocatori del Napoli

L'esultanza dei giocatori del Napoli Reuters

Su una possibile panchina di Jorginho invece: "Non saprei, ma fisicamente sta bene. E' il centrocampista con più passaggi in Champions, credo sia pronto, a meno che non ci sia qualcosa di tecnico". La squadra oggi si e' allenata nel pomeriggio e lo fara' anche domani.

Con il trasferimento della stella Higuain in maglia bianconera, De Laurentis non ha fatto altro che creare astio tra le tifoserie e inutili alibi per la sua squadra, probabilmente focalizzandosi troppo poco sul lavoro.

"In Champions hanno fatto risultato a Lisbona, lì non è facile, quindi sarà una gara tosta". L'anno scorso dovevamo capire il mister, quest'anno sappiamo cosa fare e quando. "Noi dobbiamo ritrovare entusiasmo, lucidità, le giuste distanze, difendere in avanti e giocare il nostro calcio, indipendentemente dal modulo che è un falso problema". "Le sconfitte capitano, ma alla fine bisogna reagire". Il tecnico dei turchi sa di giocarsi molto in questo match ed è per questo che farà giocare i migliori, anche se acciaccati. Gabbiadini (che tecnicamente non si discute) tatticamente si sposa male con la filosofia di calcio voluta da Sarri, e non essendo una prima punta classica fatica a trovare il gol.

Subito dopo la bella vittoria contro il Benfica, sono arrivate due sconfitte.

Mercoledì sera si gioca una partita valida per la 3° giornata della fase a gironi di Champions League davvero delicata per il Napoli di Sarri che ha perso Milik, e senza il proprio bomber l'attacco partenopeo sembra faticare, tanto che in campionato questa squadra arriva da due brutti scivoloni contro Atalanta e Roma. "Restiamo fiduciosi e andiamo a giocare con cattiveria".

La Champions ha tolte tante motivazioni al Napoli? Non ci consideriamo scarsi ora, ma nemmeno fenomeni prima. "Sta attraversando un momento difficile, ma sono sicuro che ne uscirà".

Finto nueve? "Chi è più pericoloso tra Callejon e Mertens in allenamento? "

"Non so, tutti, il nostro livello è altissimo". Non è una questione di nomi, difendiamo tutti e quando non lo facciamo bene si sente. Parole al miele per Gabbiadini da parte del vero leader dello spogliatoio, che domani festeggerà le 150 presenze in Europa: "È un grandissimo giocatore, la squadra ora gli deve dare una mano per darlo rendere al meglio".

"E' un onore, ogni gara europea è un piacere, un orgoglio".

Si trovano grandi motivazioni in Europa, può capitare un appagamento in campionato.

Altre Notizie