Capitan America: Civil War

Screen-Shot

Capitan America: Civil War

Ieri siamo finalmente riusciti a vedere l'attesissimo Captain America: Civil War (leggi la nostra recensione), ma la vera storia dietro al film dei fratelli Russo e lo scoppio del terribile conflitto tra supereroi Marvel sono in realtà descritti brevemente in questo nuovo filmato, dove veniamo a conoscenza che Iron Man e Cap hanno dato il via alla guerra civile a causa di...una ciambella! L'ensemble funziona in una corale interpretazione della guerra tra ideologie diverse, forse spinta da motivazioni che non sembrano reggere l'epica delle aspettative ma che, alla pari del primo Avengers e Winter Soldier, disegna un quadro di gruppo complessivamente piacevole e di pieno intrattenimento.

Il dissidio che dividerà gli Avengers sarà scatenato dalla promulgazione di un atto di registrazione obbligatorio per tutti i supereroi che saranno così supervisionati dal governo, evitando i disastrosi danni collaterali che si sono verificati a New York e Sokovia. La coralità di questa pellicola è un fattore di cui bisogn tenere conto nel momento in cui si parla di equilibri, e senza ombra di dubbio il vero successo di questo Captain America sta proprio li, nell'equilibrio che i registi sono riusciti a dare ad un contesto e una serie di contenuti tracotanti e davvero difficili da gestire. Il film dopotutto sarebbe una bella spinta per qualunque tie-in fumettistico, e costruirci attorno un terremoto mediatico ancor più poderoso di quello passato non è altro che un furbo modo per raccogliere vagonate di vil denaro.

In quel di Berlino, Robert Downey Jr. è andato a pranzo fuori con Daniel Brühl, ma ovviamente andare a mangiare insieme all'interprete del Barone Zemo potrebbe essere una mossa decisamente poco scaltra.

Screen-Shot
Capitan America: Civil War

In tutte queste botte c'è spazio anche per i sentimenti che, come scoprirete, sono poi il perno centrale di tutta la Civil War. C'è una linearità che confluisce in una convergenza. Da Scarlett Witch a Vedova Nera sino ad arrivare ad un sempre più fragile Tony Stark.

Ciò che colpisce inoltre del progetto è poi la linearità della trama.

Altre Notizie