Canone RAI: attenzione alle truffe di questi ultimi tempi

Canone RAI: attenzione alle truffe di questi ultimi tempi

Canone RAI: attenzione alle truffe di questi ultimi tempi

Dubbi che, secondo il Codacons, confermano "pienamente" quelli espressi proprio sulla legittimità del canone Rai in bolletta. Il canone Rai in bolletta porta più disagi che miglioramenti - dichiarano dall'Adoc - la mancanza di chiarezza sulla definizione di apparecchio televisivo, la possibile violazione della privacy degli utenti, la poca se non assente trasparenza su chi deve o non deve pagare il canone, e come eventualmente dichiarare il non possesso, sono tutte osservazioni sacrosante su aspetti della nuova normativa che ci hanno fin da subito lasciato perplessi. Ebbene, se si hanno due o più case, ma le bollette della luce sono sempre intestate ad un solo componente della famiglia (in questo caso sempre a lei, il marito), allora non si deve presentare alcuna dichiarazione, nemmeno se le utenze elettriche sono tutte e due residenziali e nemmeno se il vecchio abbonato Rai era la moglie. Ma chi non detiene un televisore? Come funziona? Si inviano delle e-mail ad un gran numero di persone con tanto di logo Rai allegato che invitano chi le apre a scaricare allegati, cliccare su link presenti nel corpo delle e-mail o a rispondere fornendo dati personali concernenti l'identità o addirittura la carta di credito.

La dichiarazione sostitutiva deve essere inviata on line mediante una specifica applicazione web disponibile sul sito internet dell'Agenzia delle entrate, utilizzando le credenziali rilasciate dalla stessa Agenzia (Fisconline o Entratel).

Tuttavia, qualora vengano meno i presupposti dichiarati mediante la compilazione del Quadro B (ad esempio perché il famigliare è uscito dalla famiglia anagrafica), deve essere presentata una ulteriore dichiarazione avendo cura di compilare la sezione "Dichiarazione di variazione dei presupposti" contenuta nel Quadro B del modello.

Canone RAI: attenzione alle truffe di questi ultimi tempi
Canone RAI: attenzione alle truffe di questi ultimi tempi

Facciamo presente che tali scadenze potrebbero, e precisiamo potrebbero, anche slittare per via della mancata approvazione del decreto dal Consiglio di Stato.

Il modulo di dichiarazione di non detenzione della tv non ha più efficacia al termine dei periodi di validità sopra citati.

Ritorniamo ancora una volta a parlare del Canone Rai inserito nella bolletta Enel, a pochi mesi dalla scadenza. Inoltre, ci sarebbe da dire che lo Stato dovrà sborsare ingenti somme nelle casse degli Enti di Energia Elettrica per il carico di lavoro i quali saranno soggetti, tutto questo ovviamente, con i soldi pubblici che sono i soldi dei contribuenti. Proprio ieri sera, i Giudici del Consiglio di Stato hanno letteralmente bocciato il canone Rai inserito nelle bollette Enel, i motivi per i quali hanno spinto i Giudici a questa decisione, sono state le tante criticità sorte fino adesso, infatti, sono stati condotti a non esprimere alcun parere.

Altre Notizie